Accoglienza della Madonna di Loreto – 23/07/2014

«A che devo che la madre del mio Signore venga a me?».

Con questa espressione di S. Elisabetta, il nostro parroco P. Antonello ha iniziato la Celebrazione Eucaristica in occasione dell’accoglienza della statuina della Madonna di Loreto pellegrina per le coste italiane venerdì 25 luglio; veramente in questa occasione la nostra comunità ha vissuto un momento bello e commovente.

La statuina della Madonna di Loreto, dopo esser stata benedetta dal vescovo Prelato della Santa Casa, sta percorrendo le coste italiane. Dopo aver toccato la costa adriatica sta toccando quella tirrena, per giungere il 20 agosto a Roma, dove verrà donata al Santo Padre, Papa Francesco, insieme a tutte le intenzioni delle comunità che l’hanno accolta.

Intorno alle ore 10.30 in spiaggia al canto Oh Maria quanto sei bella abbiamo accolto la statuina che proveniva dalle coste calabre, in una barca della Lega navale, quindi in processione è stata portata nella Chiesa parrocchiale.

Lì abbiamo celebrata la S. Messa presieduta ovviamente dal nostro parroco, P. Antonello. Durante l’omelia quest’ultimo ha offerto una riflessione partendo dalla casa, a cui ci richiama la Madonna di Loreto. La casa ci fa pensare alla famiglia e alla Chiesa.

P. Antonello ha voluto consacrare alla Vergine Maria tutte le famiglie, famiglie giovani con la freschezza e l’entusiasmo della novità e famiglie mature spesse volte spente e appesantite dagli anni, famiglie nella gioia, come quelle dove si attende un bambino, famiglie nella tristezza, come quelle dove si sperimenta la crisi economica, con la disoccupazione.

La casa, oltre alla famiglie, ci fa pensare anche alla Chiesa, famiglia di famiglie. Una Chiesa che deve risplendere sempre per la santità.
P. Antonello ha continuato, invocando Maria perché liberi le famiglie e la Chiesa dal demonio che vuole offuscarne lo splendore con la divisione e gli scandali.
La visita di Maria, ha aggiunto P. Antonello, deve portare pace in tutte le case e in tutti i cuori. Dove passa Maria accende sempre la luce della fede, della speranza e della carità. Questo è il motivo per cui Maria ha scelto di visitare la nostra comunità.

Dopo la Celebrazione, abbiamo riaccompagnato la statuina della Vergine Maria in spiaggia, dove l’abbiamo salutata non senza lacrime e grande commozione, per una visita inaspettata e fortemente vissuta.

I commenti sono chiusi.