Discorso S. Nicola 2016

Discorso S. Nicola 2016

Carissimi figli e fratelli, concludiamo la festa di S. Nicola; festa che abbiamo celebrato nell’anno del giubileo della misericordia, voluto da Papa Francesco. Quest’anno ha come obiettivo sia farci fare esperienza di misericordia, sia diventare testimoni di misericordia.
Carissimi figli, guardiamo S. Nicola e preghiamolo perché ci aiuti ad incontrare Dio che è un Papà ricco di misericordia. Tu che sei qui che ascolti sappi che Dio ti vuole bene, il suo cuore brucia di amore per te; lui è sempre pronto ad usarti misericordia, perché è venuto per questo; è venuto non per condannarti, ma per amarti. Credi fortemente alla misericordia di Dio. Sappi che Dio è sempre pronto al perdono, qualsiasi peccato tu abbia commesso. Accogli la grazia della misericordia, in quest’anno di grazia del Signore. Gesù vuole guarire le tue ferite con il suo amore; vuole curare le piaghe del tuo cuore con la sua misericordia. Non avere paura di accostarti a Cristo, lui ti libera con la sua bontà e il suo perdono. Accostati alla grazia della confessione e lì farai vera esperienza della misericordia di Dio, anche se forse alcune volte hai avuto esperienze negative. A tal proposito chiedo perdono se io stesso sono stato causa di esperienze negative nella confessione, e mi permetto chiedere perdono anche a nome di qualche mio confratello. Nonostante ciò ti invito a non arrenderti; Dio ti aspetta nella sua Chiesa per donarti il perdono e la pace; vuole abbracciarti, come ha fatto con il figlio prodigo, che torna casa dopo aver commesso tanti errori. Non avere paura; accogli la misericordia.
Accogli la misericordia, ma sii anche testimone di misericordia. Offri un po’ del tuo tempo per visitare qualche ammalato, non trascurare gli anziani, fai loro un po’ di compagnia, consola qualche afflitto, ascolta qualcuno che ti chiede un consiglio, perdona le offese ricevute; dai da mangiare a chi ha fame, ospita qualcuno che ti chiede un posto per dormire; usa misericordia verso l’ambiente; abbi cura del creato; non sporcare, rendi pulito il luogo dove abiti.
Apriamoci alla misericordia di Dio ed esercitiamo la misericordia. È il modo migliore per vivere questa festa.
Se tutti impariamo ad usare misericordia il mondo sarebbe migliore, perché ciò che cambia il mondo è la misericordia. Un atto di misericordia al giorno rende migliore questo nostro mondo.
Concludo dicendo grazie alla Commissione da me istituita, per organizzare questa imponente festa; senza l’aiuto di questi figli e fratelli, non sarebbe stato possibile fare niente di tutto quello che è stato fatto. Grazie di cuore a tutti.
Grazie ancora ad ogni singolo membro della meravigliosa comunità parrocchiale; ognuno nel proprio ambito ha dato un validissimo contributo per la buona riuscita di tutte le iniziative svolte in questa settimana.
Un grazie di cuore ai seminaristi, che hanno vissuto con noi questa bellissima festa; la nostra comunità ha la gioia di avere già due figli che si stanno preparando al sacerdozio; Enrico e Fabio, oggi abbiamo anche i lori compagni; questo ci dà l’occasione di pregare per loro, di sostenerli con la nostra vicinanza orante; chiediamo a S. Nicola di aiutarli e perché tanti altri giovani possono seguire la chiamata al sacerdozio.
Grazie ai Carabinieri di Ganzirri, con il Comandante Tavilla; grazie alla Caronte e Tourist, per aver donato la banda musicale per la processione; grazie alle ditte Bardetta e Gioservice per aver realizzato la sagra dei Laghi e a tutti i volontari che hanno dato un importante contributo per la realizzazione dei festeggiamenti; un grazie particolare ai volontari del Gerosolimitano, per la preziosa assistenza medica, prestata in questa settimana.
Su tutti e ciascuno invoco con il cuore di Padre, per intercessione di S. Nicola, la benedizione del Signore.

Galleria fotografica

I commenti sono chiusi.