Festa della mamma 2018

13 maggio 2018
Solennità dell’Ascensione del Signore
Festa della mamma

“Uomini di Galilea, perché state a guardare il cielo?” (At 1, 11). Così gli apostoli testimoni dell’Ascensione di Gesù si sentirono dire dai due angeli mentre Egli raggiungeva il Cielo. Ed è da questa citazione che muove una parte dell’omelia di padre Antonello in questa domenica solenne: siamo tutti fatti di cielo e per il cielo, ma abbiamo i piedi ben piantati a terra. Qui sulla terra infatti, secondo il dono ricevuto, viviamo e operiamo protesi verso il Paradiso con gioia e con speranza. Mentre aspettiamo di andare in paradiso dovremmo rendere questo mondo un paradiso, ci ha ricordato il nostro parroco.

Sembrerebbe proprio il ritratto delle mamme, donne chiamate alla maternità, biologica o spirituale che sia, donne solide e tenaci, dal cuore capace della tenerezza di Dio, che spera contro ogni speranza e che accoglie sempre e tutti.

Oggi è festa della mamma, oggi 13 maggio è anche festa della Mamma celeste. Tutti questi motivi di festa hanno portato tante mamme della parrocchia a vivere un momento di fraternità e condivisione presso il salone parrocchiale. Quale migliore occasione per condividere il calore dello stare insieme, fare conoscenze nuove, ritrovarsi con cordialità in un giorno di festa, piuttosto che trascorrerlo ognuno a casa sua nella solita routine, avendo forse i figli lontani da qui?

Ecco: una felice intuizione del parroco padre Antonello, la carità operosa di tanti volontari, l’adesione festosa di tante mamme e famiglie, la presenza del carissimo presbitero eletto Bartolo e dei suoi genitori, l’arrivo a sorpresa dell’amato Enrico, anche lui presbitero eletto, e dei suoi genitori sono stati gli ingredienti di questo cibo prelibato che è la fraternità.

Certamente non sono mancati il buon cibo (quello commestibile!) e il buon vino che hanno rallegrato la mensa, non è mancato il ricordo in canto e in poesia di tutte le mamme, non è mancato di sottolineare ancora una volta la bellezza della vocazione alla maternità di tutte le donne, sotto lo sguardo di Gesù e della Santa Madre che hanno benedetto questa comunità in festa, che si rimbocca le maniche e indossa il grembiule con gioia.

Angela Marino


Galleria fotografica