Festa estiva di S. Nicola 2020

Festa estiva di S. Nicola 2020: senza rumore, ma ricca ed intensa

In maniera inusuale e senza troppo rumore, come ebbe a dire il nostro parroco, P. Antonello, anche quest’anno abbiamo celebrato la festa estiva del S. Patrono, S. Nicola.
È vero è stata una festa senza folklore né distrazione commerciale, ma non sono mancati momenti di intensa spiritualità.
Giovedì 7 la suggestiva celebrazione giubilare ci ha fatto gustare ancora una volta la grazia che stiamo vivendo quest’anno. Attraverso i tre segni dell’anno santo, pellegrinaggio, porta e indulgenza, abbiamo vissuto un vero viaggio interiore, per immergerci ancora una volta nella straordinaria esperienza che come comunità stiamo vivendo.
Venerdì 8 la commovente adorazione carismatica ci ha fatto vivere l’esperienza intima del discepolo amato dal Signore, che pone il suo capo nel suo cuore per sentire l’afflato del suo intenso amore. Il Signore Gesù ci ha ricordato che viene a liberarci e a ridare senso alla nostra vita, facendoci risorgere dalle nostre morti.
Sabato 9 abbiamo vissuto un momento ricreativo e culturale, mettendo in campo le meravigliose forze che la nostra comunità possiede.
Il gruppo Samuele (composto da ragazzi tra gli 11 e i 13 anni) si è cimentato in una sintesi ricevuta, della rappresentazione di “Fratello sole e Sorella luna”, dandoci un assaggio della vita di S. Francesco.
Il coro polifonico ci ha tuffati piacevolmente in un bagno di messinesità, proponendoci brani musicali della nostra terra, ricchi di storia e significato.
Il gruppo Davide (giovani dai 14 anni in su) ci ha accompagnati in un viaggio culturale all’interno della nostra chiesa parrocchiale, spiegandone tutte le ricchezze artistiche in essa contenute.
Domenica 9, giorno della festa estiva, il momento più solenne è stata la Celebrazione Eucaristica, presieduta dal Vescovo Ausiliare, mons. Cesare di Pietro, concelebrata dal parroco, da altri presbiteri, dai diaconi e con la presenza di una folta rappresentanza della famiglia parrocchiale.
Il Vescovo ci ha invitati a volgere lo sguardo a Cristo, imitando l’esempio pastorale e amoroso di S. Nicola.
Purtroppo le norme anticovid19 non hanno dato a tutti la possibilità di essere presenti, ma attraverso la diretta face book la comunità si è riunita insieme per lodare il Signore e ringraziarlo per il dono di S. Nicola.
Alla fine tutti, presenti fisicamente e spiritualmente, abbiamo ricevuto la Solenne Benedizione con la preziosa reliquia, consegnata alla nostra comunità per quest’anno giubilate, dalla chiesa sorella di Zafferia.
Il grido gioioso al santo Patrono ha concluso una festa, che se è vero non ha avuto grandi momenti esteriori, però, ci ha arricchiti tutti spiritualmente.
Fuochi d’artificio non ce ne sono stati, ma il fuoco dell’amore di Dio in noi tutti si è accesso sempre di più, un fuoco che difficilmente si spegne.

I commenti sono chiusi.