Pellegrinaggio della Parrocchia S. Maria dei Miracoli in Sperone – novembre 2020

Pellegrinaggio della Parrocchia S. Maria dei Miracoli in Sperone

Mercoledì 4 novembre 2020, abbiamo avuto la gioia di accogliere il pellegrinaggio della Parrocchia di S. Maria dei Miracoli in Sperone.
La Celebrazione Eucaristica, dopo l’attraversamento della Porta Santa, è stata presieduta dal parroco Mons. Michele Giacoppo, e concelebrata dal nostro parroco; è stato un momento di vera comunione, tra le due comunità parrocchiali.
P. Michele durante l’omelia, nel ricordare il giorno in cui si è aperto l’Anno Santo, ci ha invitati a vivere pienamente il senso del giubileo. Come la parola stessa dice il giubileo è un tempo di gioia. Il giubileo è un dono che il Signore fa al suo popolo per entrare in una dimensione diversa da quella che nella ferialità viviamo; il giubileo ci serve per ritrovare la sorgente della gioia, che è il Signore Dio. Una gioia che, ha continuato P. Michele, è equilibrio, è armonia. Avere quest’armonia, questo equilibrio non è sempre facile, ma non è impossibile. In questo tempo così duro e difficile non dobbiamo farci rubare questa gioia. Il Signore ci ha fatti proprio per essere gioiosi, è questo si può realizzare, percorrendo la strada dell’amore.
Ma il giubileo ci richiama anche un altro termine: liberazione; proprio questo avveniva nel giubileo, la liberazione da ogni forma di schiavitù. P. Michele ci ha invitato a vivere liberi, per godere pienamente della gioia giubilare. Il Signore ci dona il giubileo proprio per farci vivere in pienezza. Il giubileo, ha continuato il parroco di Sperone, non è una parola, non è una manifestazione, ma è un impegno per rinnovare lo stile di una vita cristiana.
Il nostro parroco nel saluto finale, ringraziando per la presenza, ha voluto ricordare che P. Michele proprio da noi ha iniziato il suo ministero pastorale, esercitando nel suo primo anno di sacerdozio, il servizio di vice parroco.
La preghiera secondo il Sommo Pontefice e quella dell’anno giubilare ha concluso un momento di grande comunione tra le diverse realtà parrocchiali.


Galleria immagini

I commenti sono chiusi.