Pellegrinaggio Giubilare della Parrocchia di Santa Maria della Consolazione in Gravitelle Inferiore – ottobre 2020

Pellegrinaggio Giubilare della Parrocchia di Santa Maria della Consolazione in Gravitelle Inferiore

Mercoledì 21 ottobre abbiamo avuto la gioia di accogliere la comunità di Maria della Consolazione, accompagnati dal pastore P. Giuseppe Maio.
È stato un momento di profonda comunione tre le comunità, guidate da due pastori legate tra loro da un grande affetto, come P. Giuseppe ha sottolineato, salutando e ringraziando il nostro parroco per l’invito ricevuto.
Nel saluto finale il nostro parroco ha sottolineato uno dei motivi per cui ha invitato Padre Giuseppe. L’ha fatto per manifestargli vicinanza ed affetto dopo il terribile e vile atto di cui è stato oggetto in questo estate, l’incendio della sua macchina.
P. Antonello ha evidenziato che esistono due tipi di fuochi, uno che brucia ed uno che riscalda. Dopo aver sperimentato il fuoco che brucia, volevamo far sperimentare il fuoco che riscalda, il fuoco dell’affetto, della vicinanza, della preghiera.
P. Giuseppe Maio, alla luce della Parola di Dio del giorno, ha aiutato tutti i presenti a cogliere un aspetto importante dell’anno giubilare: il cammino. Un camminare immersi nella fiducia, mediante la fede in Dio, come S. Paolo ci ha ricordato nella prima lettura.
Questo cammino giubilare, ha continuato p. Giuseppe, deve essere vissuto nell’attesa in triplice senso: attendere come ascolto della Parola di Dio, attendere come accoglienza fiduciosa del Signore che sta passando in quest’anno particolare, attendere come proficuo ed attivo servizio verso chi il Signore ci chiama ad aiutare. Tutto questo ha vissuto S. Nicola e da lui vogliamo imparare a camminare in quest’anno Santo per non farlo passare invano.
Un breve e semplice momento di agapè fraterna, sempre nel rispetto delle normative anticodiv, hanno concluso un pomeriggio di grande comunione tra le due comunità parrocchiali.


Galleria immagini

I commenti sono chiusi.