Pellegrinaggio giubilare delle Parrocchie di S. Maria dei Bianchi in Curcuraci e S. Agata – ottobre 2020

Pellegrinaggio Giubilare delle Parrocchie di
S. Maria dei Bianchi in Curcuraci e di S. Agata

Venerdì 16 ottobre abbiamo avuto la gioia e la grazia di accogliere come pellegrini, per godere del dono dell’indulgenza giubilare, due parrocchie del nostro vicariato, S. Maria dei Bianchi in Curcuraci e di S. Agata, accompagnate dai loro rispettivi parroco, P. Marcello Pavone e P. Antonio La Rosa.
Come sempre la Celebrazione Eucaristica è iniziata fuori, nel campetto parrocchiale. E dopo il brevissimo pellegrinaggio, accompagnato dal canto della litanie dei Santi, abbiamo raggiunto la Porta Santa.
Per P. Marcello, che ha presieduto la Celebrazione Eucaristica, concelebrata dal Parroco di S. Agata e dal nostro Parroco, ha iniziato la sua riflessione ringraziando il Signore, P. Antonello e tutta la comunità, per l’invito. Ha continuato affermando che veramente questo è un momento di festa, un una occasione di gioia, donata dal Signore per fermarci, riflettere e riconciliare il cuore.
Commentando il Vangelo della Liturgia del giorno, il Parroco di Curcuraci, ci ha ricordato che cosa è il vero Giubileo: è toglierci la maschera, per superare ipocrisia e falsità. Solo così si può fare festa. La vera riconciliazione giubilare è riconoscere le nostre maschere ed essere veri davanti a Dio. La sua misericordia è sempre più grande del nostro cuore ed è questa misericordia che cambia la nostra vita. Il tempo giubilare ci deve ricordare tutte queste cose; ci deve ricordare che Dio ci ama, che noi valiamo ai suoi occhi, come il Vangelo ci ha ricordato, perché Egli è nostro Creatore e Padre. Solo così possiamo fare pace con Lui in Cristo.
Il momento di festa è continuato con un semplice momento di fraternità, sempre nel rispetto categorico delle norme anticovid.
Ringraziamo il Signore per questa celebrazione, che come ha detto il nostro Parroco, nei suoi ringraziamenti, è stata una provvidenziale occasione di condividere con parrocchie sorelle, che vivono lo stesso cammino, la grazia giubilare, con un alto e significativo senso ecclesiale e piena comunione presbiterale.


Galleria immagini

I commenti sono chiusi.