Peregrinatio reliquia S. Eustochia – gennaio 2019

Peregrinatio reliquia S. Eustochia

Immagine reliquia S. Eustochia
image-5066

Sabato 26 e domenica 27 gennaio 2019, la nostra comunità parrocchiale ha avuto la grazia di accogliere le reliquie di S. Eustochia Smeralda Calafato, nostra concittadina e fondatrice del Monastero di Montevergine, dopo si trova il suo corpo incorrotto, orami da più di 400 anni.
La peregrinatio delle reliquie per le parrocchie della Diocesi si svolge nel ricordo del XXX anniversario della Canonizzazione della Santa, l’11 giugno 1988, da parte di S. Giovanni Paolo II, celebrazione che si è svolta nella nostra città, in occasione della visita del Santo Padre.
S. Eustochia è stata l’unica santa la cui canonizzazione si è svolta fuori della Città del Vaticano.
La reliquia consta di un pezzo di stoffa, imbevuta di sangue, che secondo alcuni, sarebbe fuoriuscito cinque giorni dopo la dipartita della Santa.
Uno dei momenti più significativi la nostra parrocchia l’ha vissuto sabato 26.
Le reliquie sono state portate dalla comunità parrocchiale di Salice, dove erano custodite fino al giorno precedente.
A consegnare al nostro Parroco, P. Antonello, le reliquie è stato P. Peter, il Parroco di Salice, che ha presieduto anche il rito di accoglienza.
Dopo l’accoglienza e il Santo Rosario, il gruppo Davide ha presentato una breve ma intensa rappresentazione della vita di S. Eustochia. I ragazzi, guidati dagli animatori, Armando, Egle e Gloria, hanno presentato tre scene, in cui hanno presentato la nascita, la conversione e la fondazione del Monastero di Montevergine.
Subito dopo la Celebrazione Eucaristica, presieduta dal nostro Parroco, con la concelebrazione del parroco di Salice, la presenza delle due comunità, con tanti bambini, ragazzi, genitori.
Subito dopo la Celebrazione, chiunque ha voluto, ha baciato la Santa reliquia, che è rimasta in chiesa alla venerazione dei fedeli per tutta la domenica 27 gennaio.

I commenti sono chiusi.